Il PNRR e il progetto di vita delle persone con disabilità

28 GIUGNO 2022 di avv. Cristina Arata Il progetto di vita è anzitutto un pensare in prospettiva futura, o meglio un pensare doppio, nel senso dell’immaginare, fantasticare, desiderare, aspirare, volere e contemporaneamente del preparare le azioni necessarie, prevedere le varie fasi, gestire i tempi, valutare i pro e i contro, comprendere la fattibilità.

L’educazione civica a scuola - Corso di formazione

28 GIUGNO 2022 Segnaliamo un corso organizzato dall’Università degli Studi di Ferrara specificamente rivolto a dirigenti scolastici, insegnanti ed educatori, ma di sicuro interesse anche per altri professionisti e per le persone che percepiscono la scuola non soltanto come il luogo di istruzione, ma anche come quello di formazione di una cultura civica.

La delega al Governo in materia di disabilità (l. n. 227/2021)

di avv. Barbara Carnio Era atteso da tempo un intervento di ridefinizione complessiva e sistematica della normativa nazionale in materia di disabilità, sia per l’esigenza non ulteriormente rinviabile di adeguarne le disposizioni alle fonti sovranazionali, sia per il progressivo ampliarsi della quota di cittadini ormai interessata da una condizione di fragilità. 28 GIUGNO 2022

La legge 112/2016 cosiddetta “legge del dopo di noi”

di avv. Barbara Bottecchia Il 25 giugno 2016, dopo ampia discussione parlamentare, è entrata in vigore in Italia la l.n. 112/2016 recante “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”, in attuazione di una serie di disposizioni anche sovranazionali richiamate all’art. 28 GIUGNO 2022

I modelli per la protezione delle persone fragili offerti dalla legge “Dopo di Noi”

Avv.ti Alessandra Cocchi – Giulio Rufo Clerici 1. Premessa La legge “Dopo di Noi” (l. 22 giugno 2016 n. 112) si propone di sostenere i privati e principalmente le famiglie nell’individuazione di chi (e di come) si prenderà cura di una persona con disabilità grave, quando i genitori e i familiari non potranno più farlo: scopo principale del legislatore è promuovere il benessere, la piena inclusione sociale e l'autonomia delle persone fragili, evitandone l’istituzionalizzazione in strutture pubbliche. 28 GIUGNO 2022

Disabilità ed etica del linguaggio: lo stigma giuridico

di avv. Cristina Arata “Le parole possono essere muri o ponti. Possono creare distanza o aiutare la comprensione dei problemi. Le stesse parole usate in contesti diversi possono essere appropriate, confondere o addirittura offendere. 28 GIUGNO 2022
Ok
Questo website usa solamente cookies tecnici per il suo funzionamento. Maggiori dettagli