Il Curatore speciale del minore - Corso di formazione ed aggiornamento in presenza e via Webinar

Vuoi iscriverti al corso in presenza oppure online?

Al debutto del primo step delle novità introdotte dalla riforma del processo civile con la legge n. 206 del 2021, entrato in vigore lo scorso 22 giugno, ed in particolare della normativa in materia di curatore speciale del minore, abbiamo ritenuto imprescindibile dedicare a questo istituto un corso specifico, articolato in otto incontri. Il legislatore, infatti, ha considerato necessario ampliare l’intervento e i poteri di questa figura, assegnandole altresì funzioni di rappresentanza anche sostanziale del minore.

L’evoluzione che tale istituto ha avuto a decorrere dalla pronuncia n. 1 resa dalla Corte Costituzionale il 30 gennaio 2002 - che per prima ha riconosciuto l’autonoma rilevanza del minore nel processo - la successiva giurisprudenza consolidatasi in materia e l’autonoma rilevanza del minore riconosciuta successivamente anche dal legislatore del 2012 - il quale non lo considera più mero destinatario di provvedimenti ma portatore di diritti e interessi propri - rappresenta la base da cui ha preso le mosse il legislatore della riforma in considerazione dell’importanza centrale che va riconosciuta al minore.

L’istituto del curatore speciale del minore appare pertanto in assoluta espansione e con la riforma Cartabia viene riconosciuto agli avvocati nelle controversie familiari uno spazio più ampio, con ruoli in parte diversi da quelli tradizionali e che ne delineano una nuova funzione.

La legge non prescrive, e nemmeno la riforma ha colto l’occasione per farlo, i requisiti per chi intende ricoprire questo ruolo così delicato e di estrema rilevanza sociale, per il quale le problematicità non mancheranno, e che comporta, tra l’altro, rapporti non solo con il Giudice ed il minore, ma anche con i genitori e con i loro difensori piuttosto che con il CTU o gli operatori dei Servizi Sociali e che, ora più che mai, deve essere affrontato con una preparazione specifica.

Oltre alla formazione individuale alla quale tutti gli avvocati dovrebbero prestare particolare attenzione - soprattutto coloro che si occupano di diritto di famiglia attesa la natura ed importanza dei diritti in gioco - si rende oggi certamente necessario un particolare approfondimento di questo istituto per prepararci tutti alla nuova funzione cui siamo chiamati ed esserne all’altezza.

Nella convinzione che, oltre alla qualità dei relatori, il confronto tra colleghi e gli stimoli che sempre ne derivano contribuiscono enormemente alla crescita sia professionale che umana, ci auguriamo che in molti vorrete partecipare al corso in presenza.

Per rendere più piacevoli gli incontri e i momenti di relazione interpersonale di cui siamo stati privati a lungo per i noti motivi, APF, come sempre, ha curato con particolare attenzione anche aspetti generalmente trascurati quali l’accoglienza in locali prestigiosi e i necessari momenti di pausa che incentivano lo scambio di opinioni, favoriscono nuove relazioni e cementano quelle già esistenti.

La cifra di APF, infatti, è sempre stata la predilezione oltre che per la formazione anche per la creazione di una rete di collaborazioni che favoriscano la circolazione delle informazioni.

avv. Gaudenzia Brunello presidente APF

 

CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO

IL CURATORE SPECIALE DEL MINORE

28 SETTEMBRE - 30 NOVEMBRE 2022

DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 19.00

Treviso Palazzo Giacomelli IN PRESENZA E CON COLLEGAMENTO ON LINE SU PIATTAFORMA ZOOM

Il CNF ha riconosciuto 3 crediti formativi per incontro; 3 in Deontologia l'incontro del 28 Settembre

1° INCONTRO - 28 SETTEMBRE 2022 Il curatore speciale nella legislazione nazionale e internazionale anche alla luce della Legge 206/21. Aspetti deontologici. Residuo ruolo del PM.

avv. Francesca Zanovello dottore di ricerca in Diritto internazionale e Diritto privato e del lavoro, avvocato del foro di Vicenza

avv. Francesca Maoli docente di Diritto internazionale privato presso l’Università di Genova

avv. Stefano Zoccaratodocente di Ordinamento giudiziario e forense presso la Scuola di Specializzazione delle Professioni Legali di Padova, componente CDD di Venezia, avvocato del foro di Treviso

coordina avv. Gaudenzia Brunello del foro di Treviso

2° INCONTRO - 5 OTTOBRE 2022 Tavola rotonda, sugli aspetti pratici e sulle criticità più evidenti: ruolo processuale e ruolo sostanziale del curatore, quando è necessaria la nomina e come si individua il conflitto di interesse, come si sceglie il curatore speciale e cosa si aspettano i giudici dal curatore; onere economico del curatore a carico di chi?

dott.ssa Giulia Civiero giudice presso il Tribunale di Treviso

dott.ssa Silvia Barison giudice presso il Tribunale di Venezia

dott.ssa Elena Sollazzo giudice presso il Tribunale di Vicenza

avv. Giorgio Vaccaro professore di Diritto e Procedura civile del Corso di psicologia clinico-giuridica dello IUSVE Campus di Verona, esperto del Sole24Ore in Diritto di famiglia, avvocato del foro di Roma

avv. Stefania Lingua componente direttivo AIADC, vicepresidente Aiaf Lombardia, avvocato del foro di Lecco

coordina avv. Anna Sartor del foro di Treviso

3° INCONTRO - 12 OTTOBRE 2022 Rapporti con le istituzioni coinvolte: consulenti, comunità e servizi sociali.

avv. Simona Ardesi professoressa a contratto di Diritto privato e della famiglia presso la facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, avvocato del foro di Brescia

dott. Salvatore Me assistente sociale, responsabile Servizio Protezione e Tutela Minori AULSS 7 Veneto

coordina avv. Barbara Bottecchia del foro di Venezia

4° INCONTRO - 19 OTTOBRE 2022 Rapporti del curatore (psicologo e giurista) col minore. Può il curatore avvalersi di ausiliari?

prof. Ugo Sabatello docente presso l’Università La Sapienza Facoltà di Medicina e Scuola di Specializzazione in NPI, collaboratore rivista Minori e Giustizia

prof. Fabio Benatti professore straordinario presso l’area di Psicologia dello IUSVE, coordinatore del Baccalaureato in Scienze e Tecniche psicologiche

prof.ssa Lea Querzola professore associato di Diritto processuale civile e di Diritto processuale dell’Unione Europea

coordina avv. Francesca Collet del foro di Treviso

5° INCONTRO - 9 NOVEMBRE 2022 Il curatore nei procedimenti avanti al Tribunale per i Minorenni

prof. Leonardo Lenti già professore ordinario di Diritto civile e Diritto di famiglia - Dipartimento di Giurisprudenza presso l’Università di Torino

avv. Carla Loda socia fondatrice di AIADC, consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Brescia, avvocato del foro di Brescia

coordina avv. Luna Zampieri del foro di Padova

6° INCONTRO - 16 NOVEMBRE 2022 Il curatore nei procedimenti avanti al Tribunale Ordinario

prof.ssa Laura Durello ricercatore di Diritto processuale civile presso l’Università degli studi di Ferrara, avvocato del foro di Padova

dott.ssa Daniela Giannone giudice presso il Tribunale di Torino

coordina avv. Paolo Parolin del foro di Pordenone

7° INCONTRO - 23 NOVEMBRE 2022 Il curatore del minore e il Giudice Tutelare

prof. Umberto Roma associato di Diritto privato presso l’Università di Padova, avvocato del foro di Treviso

dott. Alberto Barbazza giudice presso il Tribunale di Treviso, dottore di ricerca presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, docente della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali di Padova

coordina avv. Nicoletta Pan del foro di Vicenza

8° INCONTRO - 30 NOVEMBRE 2022 Il curatore nel procedimento penale. Criteri di nomina e poteri, rapporti con la stampa.

avv. Marcello Stellin dottore di ricerca in Diritto dell'Unione Europea e Ordinamenti, avvocato del foro di Treviso

dott.ssa Piera De Stefani giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Treviso

dott. Nicola Russo sostituto procuratore presso il Tribunale per i Minorenni di Trieste

coordina avv. Anna Silvia Zanini del foro di Vicenza

 

 

La partecipazione al corso è aperta agli avvocati e ai praticanti e le iscrizioni dovranno essere effettuate dal sito APF: www.apfavvocati.it

Il contributo richiesto per la partecipazione in presenza per i soci e praticanti è di euro 260 iva compresa e per i non soci di euro 400 iva compresa; la quota per la partecipazione via zoom è di euro 180 iva compresa per i soci e praticanti e di euro 240 iva compresa per gli avvocati non soci. In ogni caso il pagamento dovrà essere effettuato mediante bonifico sul conto corrente intestato ad APF presso BPER Banca Popolare Emilia-Romagna Iban IT 30 E 0538761800000002588713.

CREDITI FORMATIVI E’ stato richiesto l’ accreditamento al Consiglio Nazionale Forense di 3 crediti formativi ciascun incontro, uno dei quali in deontologia per il primo incontro. Ai fini del riconoscimento dei crediti formativi, la presenza verrà accertata con la doppia sottoscrizione, prima dell’inizio e terminate le relazione per chi parteciperà in presenza e la registrazione dell’inizio e del termine del collegamento per coloro che seguiranno l’incontro da remoto.

MATERIALE Si confida, con la collaborazione dei relatori, di poter disporre di una sintesi di tutti gli incontri.

NOTE ORGANIZZATIVE PER I SINGOLI INCONTRI La registrazione dei partecipanti in presenza è assicurata dalle ore 14.30 e il collegamento dalle ore 14.45. Ad ogni incontro è previsto un coffee break.

PER INFORMAZIONI visitare il sito www.apfavvocati.it oppure contattare: avv. Maria Allegra Camerotto e-mail: info@apfavvocati.it telefono: 340 22 06 553 avv. Francesca Collet e-mail: f.collet@avvocatistudio.com telefono: 348 48 11 348

Allegati

Ok
Questo website usa solamente cookies tecnici per il suo funzionamento. Maggiori dettagli